Nutrizionista Dietologo Dietista Jesolo

Che differenza c’è tra dietista, dietologo e nutrizionista?

Quando si desidera intraprendere una dieta a quale professionista dell’alimentazione è meglio rivolgersi? Al dietista, al dietologo o al nutrizionista? Scopriamolo

Mangiare sano è una questione di salute. Seguire una dieta bilanciata, combinata a uno stile di vita attivo, non solo aiuta a mantenere il peso forma adeguato, ma a curare e prevenire l’insorgere di alcune patologie croniche come il sovrappeso , l’obesità, l’ipertensione, le malattie metaboliche a queste legate, il diabete di tipo 2 etc etc. Avere un’alimentazione corretta aiuta anche a mantenere il sistema immunitario forte, contribuendo a proteggere il nostro organismo da patologie non strettamente legate allo stile alimentare.

È risaputo che la nostra salute è fortemente influenzata dalla nostra alimentazione e, pertanto, è importante sapere cosa evitare quando si decide di iniziare una dieta:

  • le diete fai-da-te;
  • di rivolgersi a figure non qualificate (ne parliamo di seguito).

Le uniche figure professionali abilitate a redigere una dieta personalizzata sono:

  • il dietologo;
  • il dietista;
  • il nutrizionista.

Che cos’è una dieta, chi può prescriverla e come?

Che cos’è una dieta? Con la parola dieta si intende un piano alimentare volto ad abbracciare uno stile di vita sano per migliorare la propria salute. Tutto ciò che riguarda la salute è sotto l’esclusiva competenza del medico e del personale sanitario. Il medico può prescrivere una dieta ed è l’unica persone che può visitarti, richiedere esami, prescrivere terapie farmacologiche e trattare eventuali patologie associate – o meno – all’alimentazione.

Una volta ottenuta la prescrizione medica della dieta, per svilupparla attraverso un piano alimentare personalizzato ci si può rivolgere a un dietologo, un dietista, oppure a un nutrizionista, gli unici professionisti abilitati a redigere un piano dietetico individuale. La procedura per la stesura del piano alimentare prevede una visita utile a conoscere:

  • l’anamnesi familiare;
  • l’anamnesi patologica;
  • la storia del peso (per capire se il sovrappeso è genetico o se è dovuto a scompensi ormonali, piuttosto che a una dieta scompensata o poco bilanciata. Inoltre è utile per prescrivere eventuali e ulteriori accertamenti);
  • la valutazione delle misure corporee (peso, altezza, BMI, BIA, plicometria, e circonferenze corporee);
  • le preferenze alimentari.

In alcuni casi, lo specialista può decidere di prescrivere ulteriori accertamenti medici volti ad approfondire lo stato di salute della persona.

Tutti questi elementi saranno utili al professionista a cui ti sarai affidato per redigere il piano alimentare da seguire, che solitamente viene consegnato la settimana successiva. Nella dieta potranno essere indicati gli alimenti consentiti e da evitare, le dosi e il numero di pasti da consumare durante l’arco della giornata, le grammature degli alimenti e consigli per la loro preparazione.

Dietologo, dietista e nutrizionista sono gli esperti a cui rivolgersi quando si vuole o si deve seguire una dieta corretta, per prendersi cura della propria salute e del proprio benessere psicofisico ma anche per prevenire l’insorgere di malattie. Ognuna di queste figure professionali ha seguito percorsi di studi specifici e ottenuto qualifiche e competenze diverse. Conoscerne le differenze ti aiuterà a capire a chi rivolgerti in base alle tue necessità e agli obiettivi che vuoi raggiungere.

Chi è il dietologo e perché rivolgersi a lui?

In presenza di disturbi alimentari come l’anoressia e la bulimia, patologie particolari come il diabete mellito o la celiachia oppure quando si soffre di una forma di obesità avanzata, la figura a cui rivolgersi è il dietologo. Diversamente dal dietista e dal nutrizionista, infatti, è l’unico a essere un medico, avendo ottenuto una laurea in Medicina e Chirurgia e la successiva specializzazione in Scienza dell’Alimentazione.
In qualità di medico, il dietologo può:

  • fare diagnosi;
  • prescrivere analisi;
  • prescrivere diete;
  • prescrivere farmaci e integratori.

Nonostante questo, ci si può rivolgere al dietologo anche se si è in salute e si desidera migliorare la propria forma fisica, attraverso un regime dietetico sano e personalizzato.

Chi è il dietista e perché rivolgersi a lui?

Il dietista è un professionista sanitario specializzato in ambito alimentare che ha conseguito una laurea triennale in Dietistica. La laurea, solitamente, è integrata da dottorati di ricerca o master specialistici. Come il dietologo e il nutrizionista, il dietista cura l’alimentazione e la nutrizione del paziente – sia sano che malato – a cui viene richiesto di correggere le proprie abitudini alimentari, attraverso l’elaborazione di un piano dietetico personalizzato.

Il dietista può operare con soggetto malati, purché operi in stretta collaborazione con il dietologo o con un medico di medicina generale, che ha il compito di fornire la prescrizione medica attestante la diagnosi del disturbo. In presenza di soggetti patologici la figura del dietista è fondamentale perché, oltre a redigere la dieta, si occupa del suo monitoraggio con controlli periodici. In questo modo è in grado di indicare al paziente la strategia dietetica che meglio si adatta alle esigenze, abitudini e preferenze della persona in ambito nutrizionale. La sua figura è essenziale soprattutto in presenza di disturbi del comportamento alimentare, in quanto va a inserirsi in un sistema di cure che vede coinvolti più specialisti. All’interno di questo processo, il dietista ha il compito di elaborare una dieta che diventi parte integrante del percorso terapeutico e riabilitativo del paziente.

Il dietista può inoltre operare nella ristorazione collettiva (come per mense scolastiche o aziendali e comunità) e progettare e svolgere attività didattiche con finalità educative e informative rispetto alla corretta alimentazione.

Chi è il nutrizionista e perché rivolgersi a lui?

Il nutrizionista ha una laurea in Scienze biologiche e solitamente una specializzazione in Scienza dell’Alimentazione, a cui possono seguire dottorati, corsi di specializzazione e master.

Anche il nutrizionista, come il dietologo e il dietista, stende piani dietetici personalizzati per pazienti sani che desiderano migliorare o mantenere il proprio benessere attraverso un regime alimentare corretto, per pazienti sportivi amatoriali e agonisti per perfezionare le proprie prestazioni e anche per persone che soffrono di disturbi sintomatologici aspecifici come i disturbi del sonno, la stanchezza cronica o patologie funzionali come la sindrome del colon irritabile.

A chi non rivolgersi se ci si vuole sottoporre a una dieta

Nonostante le uniche figure professionali preposte alla stesura di piani dietetici siano esclusivamente dietologi, dietisti e nutrizionisti, sono numerose le professioni che forniscono diete, senza però averne titolo. Tra questi ricordiamo che: farmacisti, infermieri, psicologi, coach, personal trainer, estetiste, naturopati, tecnologi, istruttori di palestra, fisioterapisti e altri esperti del benessere non possono redigere piani dietetici personalizzati. Diffida inoltre da chi ti promettere di perdere tanto peso in poco tempo senza sforzi ed evita le diete fai-da-te.

Articoli Correlati